PROCESSO CUCCHI – LA SORELLA: “ORA STEFANO PUÒ RIPOSARE IN PACE”

I Giudici della Corte d’Assise di Roma hanno assegnato la pena di 12 anni ai due Carabinieri Raffaele D’Alessandro ed  Alessio Di Bernardo,  riconosciuti colpevoli di omicidio preterintenzionale, per la morte di Stefano Cucchi. Condannato a due anni e sei mesi per falso, l’imputato-teste Francesco Tedesco, assolto dall’accusa di omicidio preterintenzionale. Condannato a 3 anni e 8 mesi per falso, il maresciallo Roberto Mandolini, ex-comandante della Stazione Appia ed assolto dall’accusa di calunnia. Il carabiniere Vincenzo Nicolardi, assolto dall’accusa di calunnia. I giudici hanno anche assolto uno dei medici e prescritte le accuse per gli altri quatto. Assolto uno dei medici per non aver commesso il fatto ,Stefania Corbi e prescritte le accuse per gli altri quattro.

COMPLETAMENTE  ASSOLTI  TUTTI  I  POLIZIOTTI PENITENZIARI  INDAGATI.

“Adesso Stefano potrà riposare in pace”, “Ci sono voluti 10 anni e chi è stato al nostro fianco ogni giorno sa benissimo quanta strada abbiamo dovuto fare. Ringrazio tutti coloro che non ci hanno abbandonato e ci hanno creduto, assieme a noi”, così Ilaria Cucchi dopo aver ascoltato la sentenza.

 

Redazione OSAPPoggi

 

 

 

 

Related posts