• 11 Aprile 2021 02:03

Covid – Agenti e detenuti positivi nel carcere di Parma: interrogazione al ministro

DiRedazione OSAPPoggi

Mar 24, 2021

La deputata Cavandoli sottolinea il cronico sovraffollamento degli istituti penitenziari.

Nel carcere di Parma quattro detenuti in regime di 41-bis e almeno 16 agenti dei Gom, specializzati nel servizio di custodia dei detenuti sottoposti al regime differenziato, sono risultati positivi al Covid.

Laura Cavandoli, deputata parmigiana della Lega, ha depositato un’interrogazione in merito al ministro della Giustizia.

“A causa del cronico sovraffollamento degli istituti penitenziari, a Parma come altrove, la maggiore contagiosità delle varianti del Coronavirus – – scrive Cavandoli  – ha determinato una situazione preoccupante. Ho portato all’attenzione del ministro l’opportunità di rivedere le linee guida e i protocolli delle misure anti contagio alla luce delle nuove varianti e la necessità di dotare agenti e operatori di dispositivi di protezione più performanti.

Inoltre, alla luce della recente relazione annuale della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo (Dna), che esplicitamente qualifica il regime del 41-bis come ‘un ruolo che va potenziato con nuovi investimenti per la creazione di strutture adatte allo scopo e non certo depotenziato’, “ho proposto anche di valutare la possibilità di individuare nel piano carceri nuove strutture idonee per l’assolvimento della funzione prevista dall’articolo 41-bis dell’ordinamento penitenziario, e da destinare in via esclusiva a tale scopo”.

 

 

Fonte: parma.repubblica.it

Lascia un commento