29 Settembre 2022

OSAPPOGGI.it

NEWS FORZE DI POLIZIA E FORZE ARMATE

BONUS 200 euro a PENSIONATI e LAVORATORI: quando e come ottenerlo

Il bonus 200 euro pensionati e lavoratori è una misura a sostegno del reddito annunciata dal premier Mario Draghi nel corso della conferenza di presentazione del Decreto aiuti approvato dal Governo il 2 maggio 2022 per contrastare le conseguenze su imprese e famiglie della guerra: arriverà in busta paga o con la pensione.

Arriva il bonus 200 euro pensionati e lavoratori, un contributo di sostegno economico per queste categorie di cittadini. La misura, contemplata nel Decreto aiuti approvato il 2 maggio 2022 dal Governo, è stata annunciata dal premier Mario Draghi durante la conferenza di presentazione dei provvedimenti, tra cui figurano anche interventi per contenere il caro bollette. Il nuovo incentivo del Governo dovrebbe arrivare a luglio, sotto forma di aumento della pensione o in busta paga.

A giugno è stato chiarito che i lavoratori dipendenti dovranno compilare e presentare un’autocertificazione per accedere al bonus, tranne i dipendenti pubblici per i quali il beneficio sarà assegnato in via totalmente automatica. Non è stato fornito un modello “ufficiale” per l’auto dichiarazione, tuttavia per aiutare i lavoratori alcune realtà di consulenti del lavoro hanno formulato bozze.

La misura non è da confondere con il cosiddetto bonus benzina 200 euro di marzo 2022.

DL aiuti, bonus 200 euro: come funziona

Il bonus 200 euro incluso nel Dl aiuti è un “importante provvedimento di sostegno ai redditi di 28 milioni di italiani”, come l’ha definito il premier Mario Draghi in conferenza. Una misura che “consente di aiutare le famiglie” limitando il rischio di ulteriore aumento dell’inflazione, ha spiegato Draghi.

A chi spettano i 200€

Il presidente Draghi ha spiegato che la misura di sostegno al reddito coinvolgerà in tutto ventotto milioni di cittadini italiani e, in particolare, riguarderà:

  • Pensionati
  • Lavoratori dipendenti
  • Lavoratori autonomi

Criteri di accesso: l’esonero contributivo

Da specificare che per i lavoratori dipendenti, è previsto un criterio di accesso basato sull’aver ottenuto, almeno una volta nelle buste paga dei primi quattro mesi del 2022, l’esonero contributivo dello 0,8%. Sarà quindi necessario andare a controllare nei cedolini se è presente tale valore.

Bonus 200 euro autocertificazione

A metà giugno 2022 è stato chiarito che i lavoratori dipendenti dovranno presentare un’autocertificazione con la quale si attesta di non essere percettori di reddito di cittadinanza o di pensione. Questa regola vale solo per i lavoratori dipendenti di aziende private e non per dipendenti pubblici o per i pensionati.

I fondi disponibili

Il bonus 200 euro è possibile con l’aumento della tassa sui profitti energetici delle aziende. Il ministro dell’Economia Daniele Franco scendendo nel dettaglio ha spiegato che sono stati previsti in tutto “6 miliardi per finanziare trasferimenti capitali di 200 euro per pensionati e lavoratori”, cioè il bonus 200 euro. Questi incentivi saranno “Finanziati con il proseguimento del prelievo straordinario su imprese produttrici, importatrici e rivenditrici di energia elettrica, gas e prodotti petroliferi”. Su tali aziende si prevede un prelievo ulteriore del 15% sulla medesima base imponibile definita nel precedente intervento. Da qui i fondi a disposizione per il bonus.

Come richiedere il bonus 200 euro pensionati e lavoratori

Il bonus si troverà direttamente nel cedolino della pensione, come un aumento. I dipendenti invece dovranno presentare un’autocertificazione in cui si attesta di non percepire pensioni o reddito di cittadinanza.

Per gli autonomi invece viene istituito un fondo da 500 milioni di euro per ottenere il contributo.

Bonus 200 euro quanto dura

Si tratterà di una misura una tantum (cioè che viene erogato una sola volta).

Bonus 200 euro pensionati e lavoratori, quando arrivano i soldi sul conto corrente

Il bonus sarà erogato “non appena tecnicamente possibile”, ha spiegato il ministro Daniele Franco.

I pensionati lo troveranno nel proprio cedolino, presumibilmente a luglio. Per i lavoratori dipendenti invece si prevede giugno o luglio. Sarà in questo caso erogato dai datori che poi recupereranno la cifra al primo pagamento di imposta possibile. Draghi ha spiegato che non si tratta di un anticipo: “Viene ristorato al primo pagamento fiscale”, ha assicurato.

Bonus 200 euro reddito di cittadinanza, stagionali e colf

Il 5 maggio 2022 si è svolto un Consiglio dei ministri per apportare alcune modifiche alla bozza del Decreto Aiuti: emerge l’introduzione del bonus 200 euro reddito di cittadinanza, destinato a chi percepisce già la misura di sostegno, oltre che per lavoratori stagionali e collaboratrici domestiche.

 

 

Fonte: agendadigitale.eu

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: