26 Ottobre 2021

OSAPPOGGI.it

NEWS FORZE DI POLIZIA E FORZE ARMATE

Venezuela – Maduro avvia la riforma della giustizia e vara un provvedimento svuotacarceri

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha annunciato “la creazione di una Commissione speciale per la realizzazione di una rivoluzione giudiziaria a tutti i livelli della giustizia” del Venezuela. Contemporaneamente Maduri intende varare anche un provvedimento con impinenti scarcerazioni per decongestionare le carceri venezuelane.
Durante una riunione del Consiglio di Stato, riferisce la tv statale Vtv, il capo dello Stato ha precisato che la Commissione sarà presieduta dal deputato Diosdado Cabello, la vicepresidente sarà la moglie di Maduro, la parlamentare Cilia Flores, mentre la segreteria esecutiva sarà nelle mani di Lourdes Suárez Ánderson, presidente della Sezione costituzionale della Corte suprema.

Dopo aver precisato che nei prossimi giorni verrà pubblicata la lista completa dei membri della Commissione, Maduro ha aggiunto che essa avrà un periodo di 60 giorni per risolvere radicalmente e con giustizia in particolare il sovraffollamento nei centri di custodia cautelare del Paese e per regolarizzare il trasferimento nel sistema carcerario di tutto il personale e dei detenuti che vengono processati dai tribunali.

Questa ‘rivoluzione’, ha concluso, “è necessaria per riadattare e aggiornare tutte le leggi al fine di ottenere una giustizia efficace, tempestiva, in modo che il Venezuela disponga di uno Stato robusto e di istituzioni reattive”.

Da parte sua Cabello, prendendo per la prima volta la parola nella nuova funzione, ha indicato che si è “stabilito un periodo di un mese durante il quale saranno visitate tutte le carceri del Paese, esaminando tutti i casi in sospeso e per prendere le decisioni necessarie”. I successivi 30 giorni, ha concluso, “saranno utilizzati per sfoltire i centri di detenzione preventiva”.

Questi annunci potrebbero essere considerati come segnali di apertura a un nuovo dialogo con l’opposizione, come richiesto dal governo norvegese che ha recentemente inviato suoi diplomatici a tale scopo. Tanto più che nei giorni scorsi il cardinale Balthasar Porras ha reso noto la disponibilità dei vescovi venezuelani a partecipare al dialogo in qualità di facilitatori.

 

 

 

Fonte: farodiroma.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: