• 5 Marzo 2021 20:38

“Torture al carcere di Sollicciano”, ai domiciliari anche un sanminiatese

DiRedazione OSAPPoggi

Gen 9, 2021

C’è anche un 55enne di San Miniato tra le persone che sono finite agli arresti domiciliari per le presunte torture su due detenuti nel carcere di Sollicciano a Firenze.

I casi, sollevati dopo le indagini della procura di Firenze, sono finiti davanti al giudice per le indagini preliminari, che ha disposto l’interdizione dai pubblici uffici e l’obbligo di dimora nel comune di residenza per un anno a sei persone, mentre altri tre, tra cui il sanminiatese, si trovano ai domiciliari.

Due casi quelli indicati dagli investigatori: nel 2018 e nel 2020, ai danni di un detenuto italiano e di uno marocchino.

Percosse e intimidazioni che si sarebbero consumate negli uffici di un’ispettrice.

Costole rotte e difficoltà respiratorie per uno, timpano perforato per l’altro: questo sarebbe il bilancio.

 

 

 

 

Fonte: ilcuoioindiretta.it

 

Lascia un commento