19 Settembre 2021

OSAPPOGGI.it

NEWS FORZE DI POLIZIA E FORZE ARMATE

Rimossa la direttrice del carcere di S.M. Capua Vetere: inguaiata dal compagno!

La denuncia è partita da una senatrice del Movimento 5 Stelle in vista al carcere. Ora a sostituire Palmieri sarà la direttrice del carcere di Secondigliano.

Mandata via dal penitenziario delle violenze ai detenuti. Elisabetta Palmieri non è più la direttrice del carcere di Santa Maria Capua Vetere. Il direttore generale del Dap, Bernardo Petralia, il 27 luglio ha avviato nei suoi confronti il procedimento di revoca. Le viene contestata “un’anomala condotta”. Ha consentito al suo compagno, un poliziotto penitenziario in pensione, di presenziare alla visita in istituto della senatrice Cinzia Leone del M5S il 23 luglio, e di averla accompagnata negli incontri con i detenuti. “L’uomo – specifica il Dap – poteva solo frequentare esclusivamente in qualità di volontario il laboratorio di pasticceria all’interno del carcere, che opera nella sola giornata di martedì”.

“Durante la visita ispettiva – racconta la senatrice Cinzia Leone – il compagno della direttrice, Armando Schiavo, senza autorizzazione specifica, mi aveva guidato nei diversi padiglioni. Me ne sono accorta all’uscita della visita, quando l’agente che ci ha identificati mi ha chiesto che fine avesse fatto il mio autista. “Il mio autista? Ma io non ho autista”, ho risposto. Avevano registrato quel signore come mio autista. Ho chiesto chi fosse quell’uomo che girava insieme a noi e ci introduceva nelle celle dando ordini alle guardie. Nessuno però mi rispondeva, mentre gli sguardi si abbassavano. Così ho cominciato ad alzare la voce. Solo allora un agente ha detto: “È il compagno della direttrice”. E pare fosse presente durante la visita di Draghi e Cartabia col compito di disinfettare i microfoni. Mi chiedo come sia possibile che la ministra abbia ancora messo mano all’amministrazione del carcere”. La vicenda è confermata anche da Emanuela Belcuore, la garante dei detenuti casertani, che ha presentato un esposto al Dap. La direttrice del carcere si è limitata a dire: “Ci sono stati troppi equivoci”. Sarà Giulia Russo, la direttrice di Secondigliano a dirigere il carcere. L’interim, però, dovrebbe toccare a rotazione a tutti i direttori degli istituti della Campania, fino alla nomina del nuovo direttore. Intanto per i pestaggi in carcere il Riesame ha confermato i domiciliari per i due ufficiali della polizia penitenziaria: Gaetano Manganelli e Pasquale Colucci, accusati di essere tra gli organizzatori della perquisizione che si trasformò, come scrive il gip, in una “mattanza”.

 

 

 

Fonte: repubblica.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: