Cassa delle Ammende: quante giacche e quante casacche puņ indossare il Presidente?
Home > BLOG

 

BLOG

Cassa delle Ammende: quante giacche e quante casacche puņ indossare il Presidente?  

Autore: Osservatore dipartimentale
13/01/2019


Tra le centinaia di notizie che ogni giorno girano intorno al sistema penitenziario italiano, mi ha colpito quella di tgverona.it riguardante la visita che Gherardo Colombo effettuerà all'interno della casa circondariale di Verona Montorio il prossimo martedì 15 gennaio, alle ore 10

Colombo spiega perdono a studenti e detenuti

L’occasione sarà la presentazione dell'ultimo libro dell'ex magistrato "Il perdono responsabile. Perché il carcere non serve a nulla".

Il Dott. Colombo proporrà ad una platea di 150 studenti veronesi delle scuole superiori e di detenuti della scuola del carcere, una riflessione sul perdono e sul valore della giustizia riparativa.

Personalmente ricordavo che Gherardo Colombo avesse assunto la carica di Presidente della Cassa delle Ammende nell’autunno del 2017, l’ente con personalità giuridica istituito presso il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e perciò ho proseguito a leggere l’articolo, incuriosito dal fatto che, qualche mese fa era Presidente della Cassa e oggi invece, è un privato cittadino intento a promuovere il suo ultimo libro.

Continuando nella lettura, apprendo che il Sig. Colombo non è solo l’ex magistrato di “Mani Pulite”, come più volte ricordato nell’articolo, ma anche fondatore dell'associazione “Sulle Regole” (dal loro sito web non si capisce quale altra carica ricopra attualmente Colombo nell’associazione, anche se sembra proprio che ruoti tutto intono a lui) che tra i suoi scopi ha anche quelli di sviluppare progetti dedicati al carcere, spesso con il coinvolgimento attivo delle scuole, gestendo percorsi di incontri tematici sulla Costituzione e la legalità con i detenuti.

L'iniziativa, promossa dal Comune, è organizzata da “Prospettiva Famiglia” nell'ambito dei progetti di educazione alla legalità e cittadinanza consapevole ed attiva, insieme alla rete "Scuola e territorio: educare insieme" e in collaborazione con il Centro provinciale per l'istruzione degli adulti-Cpia e la Casa circondariale di Montorio.

Presentando il progetto presso il Comune, l’assessore alla Trasparenza Edi Maria Neri ha sottolineato: "Prosegue il percorso sulla legalità all'interno del carcere, che ha preso il via qualche mese fa con Agnese Moro e il brigatista Coi”.

A quel punto hanno iniziato a risuonarmi in testa le parole: trasparenza, ammenda, perdono, carcere, brigatista, libro, finanziamenti, progetti, magistrato, regole, diritti, amministrazione penitenziaria …

Ho smesso di leggere e di pensare perché non riuscivo a venire a capo di nulla con tutta questa confusione, ma un dubbio m’è rimasto: come fa il Presidente della Cassa delle Ammende (perché Colombo è ancora in carica) ad approvare e finanziare progetti per il reinserimento dei detenuti e contemporaneamente a recarsi in un carcere a promuovere a detenuti e studenti il suo libro “... perché il carcere non serve a nulla”, in un incontro organizzato da un’associazione che si occupa di progetti di reinserimento, essendo lui, Colombo, fondatore di un’altra associazione che si occupa di sviluppare progetti dedicati al carcere?

Ma si può fare? Quindi anche noi Poliziotti Penitenziari possiamo indossare un giorno l’uniforme, un altro giorno diventare politici che si occupano di carceri e poi promuovere i prodotti della nostra azienda nelle carceri o venderli ai familiari in coda ai colloqui?

Per analogia ...

 



I Vostri commenti
Commenti dei lettori

n. 0


Dott beneduci lei e sprecato nel commentare tutte queste strutture del sistema, Dovrebbe essere chiamato senza retorica a riformare linteto sistema Penitenziario, sarebbe troppo bello tutto ciò ma difficilissimo da realizzare. Chisaaaaa

Di  Ruggiero  (inviato il 13/01/2019 @ 15:11:02)




Commenti dei lettori  INVIA IL TUO COMMENTO

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

Il seguente campo NON deve essere compilato.


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Tuo IP: 54.161.118.57