Caso Cucchi, inqualificabile la mancata costituzione parte civile del Ministero della Giustizia e del DAP
Home > BLOG

 

BLOG

Caso Cucchi, inqualificabile la mancata costituzione parte civile del Ministero della Giustizia e del DAP  

Autore: Leo Beneduci
22/05/2019


Quale sindacato nazionale del personale di Polizia Penitenziaria abbiamo appreso con rispetto e soddisfazione dell'avvenuta costituzione quale parte civile dei ministeri dell'Interno e della Difesa e del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri nell'ambito del processo che si sta tenendo per la morte di Stefano Cucchi ma, non altrettanta soddisfazione e rispetto possiamo esprimere nei confronti del Ministero della Giustizia e del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria che hanno evitato ad oggi di richiedere analoga costituzione. E' quanto si legge in una nota a firma di Leo Beneduci Segretario Generale dell'OSAPP (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria).

“Non ci siamo infatti dimenticati - indica ancora il leader dell'OSAPP - che per anni, tre Poliziotti Penitenziari oltre ad altro personale dello stesso Dicastero della Giustizia, hanno subito indagini e processi in ragione della morte di Stefano Cucchi e che l'allora Ministro della Difesa aveva escluso del tutto in sede pubblica qualsiasi responsabilità dell'Arma dei Carabinieri addebitando implicitamente responsabilità ad altri soggetti.

Altrettanto non possiamo dimenticare - specifica ancora il sindacalista - gli insulti rivolti per mesi agli appartenenti alla Polizia Penitenziaria, le scritte sui muri e i lanci di sassi contro gli automezzi del Corpo ed è per questo motivo che, se apprezziamo infinitamente le scuse indirizzate ai Poliziotti Penitenziari da parte di un appartenente all'Arma dei Carabinieri in sede processuale, non comprendiamo affatto l'assenza di iniziative ed il silenzio in tale ambito del Ministro Bonafede e del Capo dell'Amministrazione Penitenziaria Basentini. Nei sensi indicati quindi - conclude Beneduci -, attendiamo segnali fattivi e riparatori nei confronti del Corpo di Polizia Penitenziaria da parte del Ministro e del Capo dell'Amministrazione affinché gli intenti di apprezzamento nei confronti della Polizia Penitenziaria dagli stessi più volte dichiarati abbiano fattivo riscontro anche nell'ambito del processo per la morte di Stefano Cucchi.”



I Vostri commenti
Commenti dei lettori

Nessun commento trovato.



Commenti dei lettori  INVIA IL TUO COMMENTO

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

Il seguente campo NON deve essere compilato.


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Tuo IP: 18.207.136.184